Ecco cosa ci aspetta a Berlino, l’ultima tappa della prima edizione di Mov(i)e Activism

Dopo Serbia, Portogallo, Croazia e Spagna, la carovana del cinema documentario Mov(i)e Activism arriva finalmente in Germania. Tutto è pronto per iniziare l'evento di fine stagione a Berlino. Il team organizzativo ci attende in un bunker sulla Sprea usato negli anni sessanta dalla polizia di frontiera della DDR. Nei tre giorni all'insegna di film attivisti incontreremo i migliori documentari presentati nelle precedenti location di questa edizione del festival. I nove documentari provengono da realtà e contesti europei molto diversi fra loro e saranno divisi in tre categorie.

Perché proprio Berlino?

Official Poster of the Berlin Documentary Film Festival Mov(i)e Activism

Berlino ci è sembrata ideale come location per chiudere la prima edizione del festival. Data la notevole presenza di attivisti nella capitale tedesca e l'influenza costante che questi hanno su iniziative in altri paesi, il team di Berlino ha voluto far riflettere gli attivisti locali sui modi in cui possono aiutare chi ha meno esperienza, ispirarli con nuove storie e, possibilmente, metterli in contatto con persone che condividono simili obiettivi. Perciò, la maggior parte dei film selezionati formano una panoramica delle problematiche legate alle location che hanno ospitato il festival. Così facendo, il team spera di creare un rapporto concreto tra il pubblico e le varie problematiche. Il festival mira infatti a creare una rete di attivisti che possano aiutarsi a vicenda condividendo storie, esperienze e consigli, o addirittura motivare attivisti provenienti da diversi paesi ad avviare progetti comuni.

Primo giorno del festival: studenti in azione

Come detto poc'anzi, l'evento è articolato in tre giorni ed i film saranno raggruppati a seconda delle tematiche che trattano. Così, ad esempio, il primo giorno del festival è dedicato agli studenti. L'organizzazione e le divisioni interne alla popolazione studentesca di Coimbra saranno studiate attraverso due film su gruppi studenteschi ideologicamente opposti. All Aboard! e Praxis ci presenteranno prima una casa studentesca autonoma e poi una tradizionale celebrazione delle gerarchie. Di seguito ci sarà un altro film, che porterà in primo piano argomenti strettamente legati all'università. Il lungometraggio Plenumovie è la storia del blocco dell'Università di Fiume, tappa importante della più grande manifestazione studentesca croata e una delle più grandi della regione.

Giorno due: l'individualità conta

Plenum scene of the documentary film It Happened in the City

Il secondo giorno di Berlin Mov(i)e Activism porta al centro del dibattito le azioni dei singoli individui. Cosa può fare una persona sola per rendere la propria città un posto migliore in cui vivere? Cosa può fare un semplice osservatore per la società? E in quale modo può l'arte partecipare in una società in trasformazione? Tre film e tre diversi argomenti da analizzare. Fighter Against It, È accaduto in città e Tito on Ice sono i documentari di questo secondo blocco.

Giorno tre: l'unione fa la forza

Il terzo e ultimo blocco di film presenta storie di collettivi. Esistono vari modi di organizzarsi in gruppo; spesso può sembrare una cosa naturale, ma certe volte può risultare alquanto difficile. Ciò vale soprattutto quando vi sono opinioni e interessi estremamente variegati. Il secondo film italiano del festival – Nella città – parla precisamente di tali difficoltà in un quartiere di case sociali alla periferia di Milano. E per chiudere il tema del collettivismo sono stati scelti due film su gruppi anarchici in Europa: Food Anarchy e Projekt A. Questi offrono diversi esempi di solidarietà, modi di ripensare la società e mezzi per boicottare le guerre e resistere all'oppressione, ma sollevano anche molte questioni riguardanti le ingiustizie sociali e lo status quo che le classi privilegiate stanno cercano di mantenere con ogni mezzo.

Gli extra del festival

Ospiti speciali del festival saranno Zlatko Topić e Helena Ahonen. Inoltre, il festival inizierà con un tour del complesso Spreefeld. Una guida locale ci condurrà attraverso gli spazi comuni delle strutture, raccontandoci la storia ed il concetto del progetto. Questa parte dell'evento vuole essere un incentivo per stabilire un dialogo tra membri del progetto Spreefeld e ospiti dell'evento nonché per stimolare uno scambio di idee riguardanti la ricerca di alternative alle inadeguate soluzioni abitative tradizionali; un argomento molto sentito a Berlino.